Il 30 settembre scorso è giunta da  Bruxelles, dove ha sede la Federazione delle Capitali e delle Città Europee dello Sport (ACES Europa), la comunicazione ufficiale che la Valdichiana Senese è stata dichiarata Comunità Europea dello Sport per il 2021. Si tratta di un risultato importante per il nostro territorio e per il nostro Comune che non era dato per scontato, ma che è arrivato grazie al fondamentale gioco di squadra messo in atto da tutte le Amministrazioni coinvolte e grazie anche al prezioso supporto dei volontari delle tante realtà sportive e associative della Valdichiana. Questo aspetto è stato sottolineato da Francesco Lupattelli, presidente della Federazione, che nella lettera ai sindaci dell’area ha voluto sottolineare come la Valdichiana Senese costituisca un buon esempio di sport quale strumento per la salute, l’integrazione, l’educazione ed il rispetto; ovvero i principali obiettivi perseguiti dall’organismo internazionale.

Vogliamo ricordare la candidatura fu avanzata da nove Comuni (Cetona, Chianciano Terme, Chiusi, Montepulciano, San Casciano dei Bagni, Sarteano, Sinalunga, Torrita di Siena e Trequanda), gli stessi che appartengono, cioè, all’ambito turistico individuato dalla legge di riordino sulla materia della Regione Toscana, e fu poi ufficialmente presentata il 29 giugno scorso ai Commissari dell’ACES che per alcuni giorni hanno soggiornato nell’area effettuando verifiche ed incontrando gli Amministratori locali ma anche i rappresentanti del mondo del turismo e dello sport.

Il piano sottoposto all’approvazione, redatto dalla Strada del Vino Nobile e dei Sapori della Valdichiana Senese, sostenuto da Toscana Promozione, l’Agenzia regionale per il turismo, e supportato da “SG Plus”, partner tecnico altamente qualificato nel marketing e nella comunicazione sportiva, si è basato sulla consistenza del fenomeno-sport in Valdichiana Senese (impiantistica, associazioni, praticanti), sulle opportunità di svago e benessere offerte dal territorio ma anche dello sport come elemento di socializzazione, come forma di educazione al rispetto, come strumento di integrazione.

Di fatto, questa prestigiosa assegnazione non può essere considerata come un traguardo raggiunto ma deve essere presa come il punto di partenza di un percorso che dovrà vedere ancora più uniti i comuni interessati e la Regione Toscana, ente che ha appoggiato senza remore la candidatura e che non mancherà di sostenerla in tutti quegli interventi, soprattutto economici, che si renderanno necessari al fine di rendere ancor più efficienti ed accoglienti le strutture sportive individuate, per farci trovare pronti all'appuntamento del 2021. 

Il Comune di Torrita di Siena è pronto per affrontare questa nuova sfida, fianco a fianco con le altre amministrazioni, perché crede fortemente nei benefici che potranno ricadere sul territorio non solo a livello sportivo ma, soprattutto, a livello turistico e quindi con una positiva ricaduta economica. Ora ci aspetta un piccolo momento di gloria e di gratificazione, che vogliamo condividere con i cittadini e con tutti coloro che hanno lavorato per questo risultato: l’investitura ufficiale, che si terrà a Roma il 4 novembre p.v..